Ultima modifica: 13 Settembre 2013

Disposizioni permanenti per la refezione Circ. n. 13

Disposizioni permanenti per la refezione:
Rilevazione presenze, segnalazione diete particolari, disposizioni generali

Ministero dell’ Istruzione, dell’ Università e della Ricerca

ISTITUTO COMPRENSIVO “CAVALIERI”

20123 MILANO

 

 Milano, 11/09/13

 
 

AI DOCENTI

Al PERSONALE ATA

A TUTTE LE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI INTERESSATE

 e p.c. alla Sala Medica

– al personale di Milano Ristorazione

– alla Commissione refezione

 

Circ. n. 13

 

 

Oggetto: DISPOSIZIONI PERMANENTI PER LA REFEZIONE

 

1. RILEVAZIONE PRESENZE PER LA REFEZIONE

 Dopo le ore 8.30 un collaboratore scolastico rileverà, classe per classe, il numero degli alunni presenti alla refezione e il numero degli adulti che fruiranno del servizio. Ricordo che, come previsto all’art. 21 del CCNL, ha diritto al pasto gratuito un solo insegnante per classe.

 Considerato che entro le 9.30 la direzione dovrà comunicare i dati al centro cucina, è necessario che le/gli insegnanti di classe invitino le famiglie a segnalare il giorno precedente eventuali entrate dopo l’orario (per visite mediche ecc.) in modo che il numero degli alunni corrisponda alle effettive presenze.

 Le famiglie devono segnalare quando è necessario che i loro figli seguano diete particolari. La procedura è la seguente:

 – per le DIETE SANITARIE (per motivi di salute : allergie, intolleranze…): le famiglie dovranno compilare apposito modulo fornito dall’Amministrazione comunale da richiedere in direzione (scuola primaria)controfirmato dal medico curante o pediatra

– per le DIETE ETICO-RELIGIOSE- VEGETARIANE è sufficiente la richiesta scritta e motivata sull’apposito modulo fornito dall’Amministrazione comunale da richiedere in direzione (scuola primaria)

– per le DIETE LEGGERE fino a 3 giorni è sufficiente la richiesta scritta della famiglia. La richiesta dovrà essere consegnata al collaboratore scolastico che rileverà le presenze. Se la durata della dieta leggera supererà i tre giorni sarà necessario rivolgersi al medico curante o pediatra con le stesse modalità previste per le diete sanitarie.

 I pasti con diete particolari saranno forniti in vassoi sigillati con il nominativo dell’alunno.

 

2. DISPOSIZIONI GENERALI

 Gli alunni con i docenti accompagnatori raggiungeranno la scuola Ariberto dove funzionerà la mensa.

Raggiunta la scuola di via Ariberto, gli alunni dovranno attenersi alle seguenti disposizioni:

a. Depositare giacche, cappelli, sciarpe sugli appositi sostegni predisposti sul corridoio al piano terra (lato sinistro)

b. Accedere alla postazione del self-service di riferimento in fila indiana

c. prendere il vassoio con le posate, il pane, il bicchiere (vuoto),

d. raggiungere il tavolo predisposto.

A garanzia della loro sicurezza, durante la consumazione del pasto gli alunni dovranno rimanere seduti ai tavoli;

– al termine del pasto gli alunni dovranno recarsi alle postazioni previste per vuotare i vassoi ( gli avanzi di cibo in un contenitore, i piatti in un altro);

– in caso di “urgenze” si potranno utilizzare esclusivamente i servizi igienici del refettorio, che rimarranno aperti solo durante il servizio refezione;

– non è consentito portare, al di fuori del locale mensa, parte del pasto (pane, frutta..)

 Ricordo inoltre:

– la necessità di esigere dagli alunni comportamenti consoni al luogo e alla attività in corso e di eseguire gli spostamenti con ordine e puntualità per garantire la sicurezza degli stessi e la qualità del servizio.

– I disservizi dovranno essere tempestivamente segnalati alla Direzione.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Rita Patrizia Bramante