Ultima modifica: 6 Dicembre 2013

Divieto di utilizzo dei telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante le attività didattiche

Nei locali della scuola durante lo svolgimento delle attività didattiche è vietato l’uso da parte degli studenti dei cellulari e di qualsiasi altro strumento elettronico non specificamente utilizzato a fini didattici (D.P.R. n. 249/1998; Direttiva MIUR 15/03/2007)…

Nei locali della scuola durante lo svolgimento delle attività didattiche è vietato l’uso da parte degli studenti dei cellulari e di qualsiasi altro strumento elettronico non specificamente utilizzato a fini didattici (D.P.R. n. 249/1998; Direttiva MIUR 15/03/2007).

La scuola garantisce in ogni caso la possibilità di una comunicazione reciproca tra le famiglie ed i propri figli, per gravi ed urgenti motivi, mediante gli uffici di presidenza e di segreteria amministrativa.

Il telefono cellulare può essere tenuto spento nello zaino.

La violazione di tale divieto si configura come un’infrazione disciplinare rispetto alla quale la scuola segue la procedura di seguito indicata: il telefono viene temporaneamente ritirato dal docente testimone del mancato rispetto del regolamento e viene consegnato in Presidenza, unitamente a dichiarazione scritta. La famiglia viene avvisata dalla Segreteria e può provvedere al ritiro.

In casi di particolare gravità il Consiglio di classe valuterà la possibilità di applicare anche sanzioni disciplinari.

Il divieto di utilizzare il telefono cellulare durante le attività di insegnamento vale anche per il personale docente (C.M. n. 362/1998).