Ultima modifica: 7 Maggio 2016

Grandi talenti crescono

Alcuni nostri studenti in scena al teatro Le Colonne di San Lorenzo con il loro Cyrano di Bergerac. Tra gli spettatori la prof. Roberta Dinetto…

Quando si è aperto il sipario del teatro Le Colonne di San Lorenzo, a Giacomo sono bastati pochi minuti per convincerci che il suo personaggio, Cyrano di Bergerac, era un vero “eroe”, un uomo forte e determinato, coraggioso in battaglia, generoso e disinteressato negli affetti.
Le sue compagne di scuola, sedute in platea dietro di me, ad un certo punto hanno sussurrato:” stupendamente bravo”. A queste parole aggiungo solo che Giacomo mi ha fatto ridere e divertire con le sue battute e le sue buffe espressioni nella prima parte, e mi ha veramente commosso nell’ultimo e implacabile duello con la morte.
Per tutto lo spettacolo, durato quasi un’ora e mezzo, tanto per dare l’idea dell’impegno e della tenuta degli attori, Giacomo è stato affiancato da Benedetta, una bellissima Rossana, sfavillante nell’abito rosso ciliegia dei primi due atti, capace di tenere a bada i suoi innumerevoli pretendenti con battute argute e ironiche, ma incredula e disperata quando assiste alla morte del cugino Cyrano dalla cella del convento dove da anni si è ritirata.
Bravissime anche Ilaria, la voce narrante, Margherita, Camilla e Beatrice, i cadetti di Guascogna, che hanno saputo completare e rifinire con precisione ogni scena, alcune di loro ricoprendo più ruoli.
Vorrei ringraziare questi straordinari ragazzi perchè con la loro impegnativa rappresentazione ci hanno ricordato che le lettere scritte dal poeta spadaccino, ovvero che le parole belle e pensate sono sempre vincenti sulle apparenze, trasmettono ricordi, valori ed emozioni.
 Prendendo in prestito i versi di Cyrano, auguro a Giacomo,Benedetta, Margherita, Camilla, Beatrice e Ilaria di “battersi sempre con onore per difendere i valori in cui credono e non per conseguire la vittoria”, invece non posso augurare loro di “arrivare a gradi risultati grazie al talento”, perchè . . . l’hanno già fatto!
RobRoberta Dinetto