Ultima modifica: 14 Marzo 2014

Incontri ravvicinati

Colmare le distanze, sfatare i pregiudizi: in biblioteca si può. Un progetto contro l’esclusione e per una migliore convivenza civile. CONVEGNO a cura del Sistema bibliotecario urbano di Milano giovedì 13 marzo e venerdì 14 marzo Sala Toscanini, presso Fondazione Stelline.

Incontri ravvicinati.

Colmare le distanze, sfatare i pregiudizi: in biblioteca si può. Un progetto contro l’esclusione e per una migliore convivenza civile.

CONVEGNO a cura del Sistema bibliotecario urbano di Milano

incontri ravvicinati

Giovedì 13 marzo e venerdì 14 marzo Sala Toscanini

Fondazione Stelline
Corso Magenta, 61
20123 Milano

Un progetto, quattro biblioteche di pubblica lettura, il Centro servizi biblioteche rionali, tante associazioni e cittadini, tutti impegnati contro i pregiudizi e per favorire la coesione sociale in una realtà dove la perdurante crisi economica produce marginalità, privazioni ed esclusione dai bisogni primari per fasce estese di cittadini.

Il progetto, iniziato a gennaio e della durata di 18 mesi, nasce nell’ambito del bando “Favorire la coesione sociale mediante le biblioteche di pubblica lettura”, promosso dalla Fondazione Cariplo nel 2013, a cui la biblioteche di pubblica lettura del Comune di Milano hanno aderito prevedendo interventi e azioni a favore di due categorie di cittadini, nei cui confronti spesso si sono sviluppati pregiudizi e prevenzioni e per promuovere occasioni di conoscenza reciproca.

Da un lato, in continuità con analoghe iniziative realizzate dal Sistema bibliotecariourbano di Milano, intende promuovere azioni favore dei cittadini di origine straniera.

Una seconda linea progettuale si rivolge alla popolazione carceraria dell’area milanese, componente quasi invisibile della realtà quotidiana della città.

In allegato la brochure con il calendario degli eventi.

[attachments docid=”5367″]