Ultima modifica: 7 Ottobre 2014

Scienza e Tecnologia dell’alimentazione

L’Istituto Comprensivo Cavalieri collabora con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia attraverso un progetto di co-curating per la realizzazione di un’esposizione interattiva permanente, che aprirà al pubblico nel 2015, sui temi del sistema alimentare. A partire dall’anno scolastico 2013/14 è coinvolto nel progetto un gruppo di circa 15 ragazzi, che attualmente frequentano la terza classe della scuola. Ed ecco i primi elaborati…

Scienza e Tecnologia dell’Alimentazione. Una nuova area espositiva al museo.

L’Istituto Comprensivo Cavalieri collabora con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia attraverso un progetto di co-curating per la realizzazione di un’esposizione interattiva permanente, che aprirà al pubblico nel 2015, sui temi del sistema alimentare.
L’esposizione avrà come protagonista il visitatore-consumatore allo scopo di far crescere in ognuno la consapevolezza sui propri consumi e stili di vita alimentari, sugli aspetti cruciali del sistema cibo, della produzione e della trasformazione e sugli scenari futuri.

La creazione dell’area espositiva introduce per la prima volta un approccio progettuale innovativo basato sulla collaborazione tra staff del Museo e gruppi di visitatori specifici, tra cui gli adolescenti, con lo scopo di realizzare insieme alcune parti della mostra. Il coinvolgimento diretto della comunità in tutto il processo: dall’ideazione alla realizzazione di una risorsa museale, con la condivisione di scelte e decisioni è una pratica che negli ultimi anni si sta diffondendo nei musei di tutto il mondo e si chiama co-curating.

Il co-curating è un modo per:

  • promuovere il dialogo, l’espressione creativa e l’apprendimento condiviso di tutti i partecipanti al gruppo di lavoro.
  • integrare nelle scelte del museo, le opinioni, gli interessi e i modi di rappresentare le cose della comunità, in questo caso dei ragazzi.

La complessità, ma anche l’aspetto innovativo di queste pratiche partecipative è nell’accettazione dello spostamento dell’autorità dell’esperto: il curatore del progetto diventa il gruppo di lavoro composto dallo staff del Museo e dai rappresentanti della comunità coinvolta.

Nel progetto del MUST il co-curating è utilizzato per realizzare un’installazione su “Stili di vita alimentari e salute” rivolta particolarmente agli adolescenti. A partire dall’anno scolastico 2013/14 è coinvolto nel progetto un gruppo di circa 15 ragazzi, che attualmente frequentano la terza classe della scuola. Il coordinamento del Progetto è affidato alle prof. Carla Cigognini e Lucia Gallizia.

I ragazzi

Questi alunni che partecipano al progetto:

  • 3°A NICOLA FALCIOLA, NICOLO’ CORSI
  • 3°B ALESSANDRA CARERA, ALICE GNEC, SAHIL GOONRAZ, MARTA
    FERMANI
  • 3°C MATTEO GARRONE, DADASOVIC STIVEN
  • 3°D BEATRICE FELLEGARA, GIULIA CANEVA, GIULIO DONDI
  • 3°E LUDOVICO GALLIZIA, NATHAN GAIA, PABLO BIRAGHI, IRENE
    MEUCCI

Ed ecco i primi elaborati testuali e video…

Storie adolescenti